domenica 4 aprile 2021

Rock 'n' Blog: chi ha incastrato Roger Rabbit

La musica e il cinema mi mandano da sempre giù di testa, quindi perché non celebrarli entrambi in una rubrica di musica e colonne sonore che serva a farvi alzare il volume ricordando che il coniglio pasquale non è potuto passare a farvi gli auguri, in compenso ci penserà la signora Rabbit.

Trovate il pezzo anche QUI
Titolo del pezzo: Why don't you do right?
Artista: Kansas Joe McCoy (qui nella versione di Amy Irving)
Tratta dal film: Chi ha incastrato Roger Rabbit (1988)
 
Aggiungo solo un estratto dal mio commento al film dedicato proprio a questo pezzo:

Lo stesso Giudice Morton, interpretato da un Christopher Lloyd spaventoso che non sbatte mai le palpebre per tutta la durata del film (fateci caso) è uno dei cattivi più riusciti della storia del cinema e senza farlo in maniera spudorata, “Chi ha incastrato Roger Rabbit” è il film che ha insegnato ad un’intera generazione che cos’è il noir, mostrandolo puro, magari un po’ ingentilito da qualche battutina («Di' un po', Eddie, hai un coniglio in tasca o sei contento di vedermi?»), ma non privo dei suoi elementi caratteristici, vogliamo parlare del sesso? Insomma, Acme che fa “Farfallina” parla chiaro, no? Dai gente! D’ora in poi il caffè dovrete prenderlo nero perché la crema se la ciuccia Acme! Anzi, visto che siamo in argomento, parliamo della questione che sta a cuore a tutti: Jessica Rabbit.

Violenza! Contenuti sessualmente espliciti! Qui nessuno sta pensando ai bambini!

In un’epoca di moralismo cinematografico, un personaggio estremamente sessualizzato come Jessica Rabbit non sarebbe possibile, ho sempre trovato geniale il modo in cui la sua entrata in scena sul palco del Night "Inchiostro & Tempera", cancelli dallo schermo l’altra sexy icona dei cartoni animati, Betty Boop, messa in un angolo come il bianco e nero all’avvento del colore. Un personaggio che in teoria dovrebbe essere una parodia delle femme fatale in pratica potrebbe ambire ad essere la parola definitiva sull’argomento, non solo perché ha degli ottimi argomenti (citando Benny il taxi «Eh la peppa mademoiselle! S'il vous plaît»), oppure perché se chiedessi di alzare le mani a chi non vorrebbe “mettersi a giocare con le figurine” con lei, avrei la seconda orda di mani in aria, ma soprattutto perché la sua battuta «Io non sono cattiva, è che mi disegnano così» è la quinta essenza di tutte le femme fatale cinematografiche, mica male per un cartone animato.

Mi sa che nemmeno voi state pensando ai bambini ora…

Eppure, se dovessi dirvi perché per me questo film è speciale, non è tanto per tutti i suoi momenti mitici, sempre in equilibrio tra personaggi riuscitissimi e commedia, tipo quando Eddie rinuncia definitivamente all’alcool, solo che invece di rimetterlo nella bottiglia come faceva Dean Martin in Un dollaro d’onore, gli spara direttamente con la sua pistola a cartoni animati («Vi sentite arzilli, ragazzi!»). No, per me quello che rende “Chi ha incastrato Roger Rabbit” un film magnifico è il suo messaggio di fondo, Roger è il petulante, balbettante e a tratti urticante portatore di una filosofia di vita che forse è stato davvero quello che mi è rimasto incollato addosso dopo tutte le innumerevoli visioni di questo film: Una risata può essere una cosa molto potente. A volte, nella vita, è l'unica arma che ci rimane.

28 commenti:

  1. Visto in un cinema con un audio stupendo. Le mazzate che prendevano le sentivo pure io coi bassi che vibravano😀. Rivisto a casa sulla tv, o vivi da solo nel deserto, o litighi coi vicini😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna ho una casa con i muri molto spessi, considerando cosa guardo di solito, meglio così ;-) Cheers

      Elimina
  2. Ennesimo film che oggi sarebbe impossibile da fare proprio perché nessuno stava pensando ai bambini. O meglio, ci stavano pensando tutti, ma non li credevano decerebrati, bensì intelligenti!

    Auguri Cassidy! :--)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto con piacere che Disney non è interessata a questo film... meglio! Oggi verrebbe snaturato invece ha insegnato il noir ad una generazione, tanti auguri anche a te! Cheers

      Elimina
    2. Ma dai, hanno pure censurato La Sirena A Manhattan su Diney+

      Elimina
    3. Quello ma anche "Lilo e Stitch", insomma se si tengono lontano da Roger Rabbit è solo un bene per l'umanità. Cheers!

      Elimina
    4. Però questo su Disney+ c'è, non ho controllato se hanno eliminato qualche contenuto "controverso"...comunque film assolutamente mitico e inarrivabile!

      Elimina
    5. Dovessero eliminare i contenuti controversi secondo i canoni moderni, dovrebbero far sparire tutto il film ;-) Cheers

      Elimina
  3. Uno dei film della mia vita, senza dubbio! Buona Pasqua a te Cassidy, alla tua Wing Woman e a tutti gli amici baristi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo dici a me? A volte non so se sono più Eddie o più Roger? ;-) Auguri CARA! Cheers

      Elimina
  4. Visto al cinema con enormissimo ma incolpevole ritardo, dato che a Natale c'era Rambo III.
    Il mio primo Rambo al cinema, ragazzi.
    E se dovevo scegliere tra Jessica e Sly...beh, non c'e' storia.
    Sly, ovviamente.
    Lo so, sono fatto strano.
    Adorato anche questo, naturalmente.
    Perche' sotto le risate e le comparate celebri ha l'ossatura di un noir di altri tempi che farebbe invidia a Chandler, perche' ha un cattivo fenomenale e un Bob Hoskins in stato di grazia, e poi...per LEI.
    Che Jessica abbia solleticato l'immaginario di tantissima gente (pure erotico...) e' innegabile.
    Fantastico quando il protagonista, trattandosi della consorte di Roger, si immagina una consiglia bruttarella e invece si ritrova davanti una sventola da cardiopalma!!
    Eh, si. Film cosi' non ne fanno piu'. E sarebbe anche impossibile farli oggi, che tra diritti vari costerebbero un esorbito.
    Ho idea che ai tempi vennero via con niente.
    Quanto ci mancano film cosi', a costo di essere noioso e ripetitivo.
    Buona domenica e buona Pasqua a te, Cass, e a tutti i baristi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nuovo "Space Jam" unisce personaggi vari tutti marchiati Warner, ma le polemiche (sterili come sempre), mi hanno confermato quello che già sapevo: teniamoci stretto questo capolavoro! Tanti auguri anche a te Red ;-) Cheers

      Elimina
    2. Eh. Ho letto, ho letto.
      In tutta sincerita' mi auguro che questa roba finisca, prima o poi. Anche se ho paura che le cose si metteranno ancora peggio, in futuro.
      Trovo che stiano esagerando, e che questa storia del politically correct ad ogni costo abbia veramente rotto i cosiddetti.
      Non si puo' fare una cosa temendo sempre di poter offendere qualcuno.
      Altrimenti finira' come una frase che ho letto giusto oggi:
      "Ormai ogni volta che apri bocca dovrai chiedere scusa, prima di tutto. Indipendentemente da quel che hai da dire."
      Non se ne puo' piu', davvero.
      Non voglio entrare nei dettagli ma la cara, vecchia (e bona) Jessica avrebbe detto "CI DISEGNANO COSI', E BASTA".
      Parole sante. E la smettano di scocciare, una buona volta.
      Tornando a Roger Rabbit, penso che una volta le major, pur tra tanta rivalita', non erano in guerra mediatica, di ascolti e di incassi come oggi.
      Qualche collaborazione se la potevano permettere.
      Fair play in nome di un obiettivo comune (far soldi a palate).
      Oggi fare un film cosi' sarebbe impossibile, ribadisco.
      Chissa', forse tra parecchi anni, se facessero dei mega cross - over Marvel/DC...
      Auguri, di nuovo!!

      Elimina
    3. Per prima cosa bisogna spazzare via questa cazzarola di concetto sul "politicamente corretto" come lobby che controlla il mondo. Fatto? Ok, non parliamone mai più. Parliamo di cose serie: chi finanzia tiene il più delle volte conto di consigli di amministrazione, di ricerche di mercato e soprattutto, di un prodotto pensato sempre più per una fascia di pubblico dai sei ai sessant'anni (e questo è male). Quindi ogni prodotto deve evitare una possibile causa legale da parte di qualcuno, non è una lobby ma una mentalità da grande azienda applicata ad un periodo dove, visto che per anni si è esagerato in una direzione, ora sembra giusto esagerare nella direzione opposta (ed anche questo, non è il massimo). Inoltre i social-così permettono a tutti di dire la propria, questo crea una tempesta perfetta di fattori legati uno con l'altro. Non esiste un super criminale alla Lex Luthor con un piano di renderci tutti politicamente contenti, smettiamola con 'sta menata che è solo un modo di semplificare qualcosa che semplice non è. Detto questo, i prodotti della Warner sono un casino, lo dico sempre, il nuovo "Space Jam" è solo l' ennesima conferma, ma non parliamo di complotti e dittatura, sono solo grandi aziende gestiti da capoccia in giacca e cravatta, se non sapete come ragionano queste grandi realtà, consideratevi fortunati. Lo dico sul serio, visti da vicino sono più lunatici dei Looney Tunes ;-) Cheers

      Elimina
    4. Ho visto il trailer del nuovo Space Jam. Devo dire che non mi è dispiaciuto

      Elimina
    5. Di sicuro la Warner ci sta puntando dei soldini, LeBron James è andato a Los Angeles anche perché è dove vengono fatti i film ;-) Cheers

      Elimina
  5. Bello bello bello! Fortuna che ha fatto in tempo ad uscire un film così, che oggi ce lo sogniamo!
    Auguri Cassidy!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha formato una generazione se non due, non ne potrei farne a meno ci sono cresciuto... auguri anche a te! Cheers

      Elimina
  6. Una vera e propria Bambola, anche se è solo un cartone animato :D
    Sul film proprio niente da dire, capolavoro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capolavoro gigante, uno dei miei film preferiti ;-) Cheers

      Elimina
  7. Ahahah parlare di un coniglio il giorno di Pasqua è puro genio! Chi ha mangiato Roger Rabbit di cioccolato? :-P
    Auguri a suon di rock ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe capisci che proprio non potevo resistere ;-) Auguri Rock! Cheers

      Elimina
  8. echetelodicoafare? Un film che nei suoi anni fece epoca e fanculo a quello che sarebbe stato oggi. Jessica Rabbit sarà sempre un'icona sexy, mentre Bob Hoskins e Christopher Lloyd sono stati strepitosi come sempre. Roger Rabbit è forse il personaggio che avremmo dovuto vedere per davvero tutti i giorni in tv! Per me film senza tempo e che mai e poi mai dovrebbe essere censurato o rivisitato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo solo: Amen! Anzi ci metto anche un Bro-fist ;-) Cheers

      Elimina
  9. Ricambio gli auguri a te e tutta la Bara, purtroppo ieri non è stata una giornata positiva, per una serie di vicissitudini con cui non vi sto ad ammorbare, però sposo completamente la filosofia del prenderla con un sorriso, non ha senso fare diversamente, la vita è troppo breve. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una filosofia che è uno stile di vita, stammi bene e buona festa, un abbraccio! Cheers

      Elimina
  10. Sarò malato ma preferisco di gran lunga la canzone, con tanto di ballett, di Bob Hoskins/Eddie Valiant.
    Da sbellicarsi e l'ho vista solo in italiano. Suppongo che in originale ci guadagnerebbe ulteriormente 😁
    Era in italiano, sì? Non vorrei avere un falso ricordo, l'ultima visione risale a 4-5 anni fa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordi bene, erano ancora i tempi in cui nei film doppiavano anche le canzoni e credimi, ogni tanto me la canto da solo («Roger Rabbit è il suo nome rider sa cos'è. Adesso tu lo tiri giù e canterà per te!»). Cheers!

      Elimina