domenica 21 marzo 2021

La conversazione: chiacchiere cinematografiche a ruota libera

Non ho mai troppo tempo per seguire i canali di cinema sul TuTubo, uno dei pochi che però segue sempre è La conversazione, dove Don Max e Zamuele chiacchierano di cinema, intervistano personaggi illustri del settore e per qualche oscura ragione (immagino abbiano delle ore di intervista pro bono da fare) hanno deciso di intervistare il vostro amichevole Cassidy di quartiere.

Essendo da sempre refrattario a video e fotografie, sono ricorso al più becero dei trucchi, quindi la “faccia” l’ho presa in prestito da Ghostface, ma la voce è (purtroppo) la mia. In ogni caso se la video intervista è di vostro gradimento, i meriti sono tutti di quei due ragazzacci e della loro passione cinematografica trascinante.

Don Max è stato ospite di questa Bara con un gran post dedicato a I racconti della cripta, ma per approfondire la conoscenza di questi due matti non perdetevi il canale YouTube dedicato a La conversazione, ma anche i loro canali personali 21stCentury Schizoid Don e Il cinema secondo Zamuele. Cercateli, cliccateli, condivideteli, insomma fate la conoscenza con questi due loschi figuri perché meritano la vostra attenzione e il vostro tempo.

Da parte mia devo un grazie speciale a Don Max e Zamuele per la bellissima opportunità, mi sono divertito un sacco e sappiate che esiste un’altra mezz’ora abbondante di chiacchierata (a telecamere spente), in cui abbiamo davvero spaziato, da Stuart Gordon a Joe Dante senza nessuna limitazione. Sempre fantastico trovare la tua stessa passione cinematografica in altre persone così generose nel diffonderla, mille grazie davvero a voi e anche a Drew Barrymore, un giorno passerò a riprendermi il distorsore vocale dimenticato, giurin giurello.

Un saluto anche a zia Drew, una di noi.

32 commenti:

  1. Intanto dico...finalmente sento la tua voce!!! Ma non sei scoppiato dal caldo con la maschera 😅?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hanno installato i file audio ;-) No quello no, più che altro mi schiacciava la punta del naso, ma dopo un anno e più di mascherine siamo tutti abituati ;-) Cheers

      Elimina
  2. La vedo subito, tanto sono sempre su YouTube per mio figlio, per una volta vedo qualcosa che interessa il papà. Sono curioso anche io di conoscere la tua voce, avrai l'accento piemunteis!?
    Ottima idea quella di Ghostface, meglio non mostrare troppo di sé. 👋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere il tuo parere, specialmente dimmi se sono riuscito a donare la "E" sabauda, che volenti o nenti ci affligge, tutti noi noti all'ombra della mole e le montagne ;-) Cheers

      Elimina
    2. Sei andato piuttosto bene, solo in in un paio punti chi ha l'orecchio allenato al nostro accento ti avrebbe sgamato! Però pensavo avessi una voce differente, a volte uno si crea delle suggestioni basate sul nulla... 👋

      Elimina
  3. Avendo menzionato "LA COSA" non ti farò la domanda "qal'è il tuo film horror preferito?".Ti dirò che io non ho mai frequentato Blockbuster,per il semplice fatto che dove vivevo io non esisteva,ma solamente la piccola ma capiente videoteca di paese,dove a parte spulciare i film dell'orrore a ripetizione come piovessero,facevo in modo di tenere sempre impegnato quel povero cristone che gestiva il negozio a suon di piacevolissime chiaccherate cinefile! Davvero bei tempi,come direbbe Kevin Smith era la mia batcaverna!Ricordo che all'epoca nel mio piccolo gruppo di amici ,ero l'addetto alla scelta dei film da noleggiare,diciamo che ero il più fidato.Ovviamente ci dividevamo ogni volta i costi per il noleggio e ci guardavamo i film una volta a casa di uno o dell'altro in base alla disponibilità del lettore VHS.Purtroppo sono anni che non facciamo più queste cose,con le piattaforme ognuno sta per i cavoli suoi,o peggio ancora non gli interessa.In parole povere mentre molte mie conoscenze col tempo hanno puntato ad altri interessi,io sono sempre rimasto fedele alle mie passioni radicate sin dall'infanzia.Posso dirti che il film che mi ha introdotto nel mondo del cinema è uno dei prediletti anche di Gilliam ovvero "PINOCCHIO" del 1940,film d'animazione che mi incantò ed inquietò allo stesso tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Blockbuster era già roba da ricchi, come te la mia Cass-caverna era lavideoteca di paese, poi quella del paese accanto e via così, le ore con le dita impolverato ;-) Cheers

      Elimina
  4. Concordo appieno sul fatto che una volta eri tu che dovevi sbattere per trovare i film nelle videoteche, o erano i film che trovavano te? Anche io li vedevo spesso con il mio amico Paolo, di sabato sera, di solito. Ci dividevamo le spese e dividevamo cosa vedere, anche se ero io quello a cui si dava più credito, essendo il più appassionato. Bei tempi, purtroppo si è persa tale abitudine e anche il mio amico non l'ho più visto... 👋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché i film che ti guardavano per mesi dalle loro mensole? Quelli che erano sempre fuori mentre il tuo desiderio di vederli cresceva? Sono storie di vita vera ;-) Cheers

      Elimina
    2. Storie tristi, come quelle di quando finalmente il film era disponibile e la vhs era così usurata che non si vedeva / sentiva nulla, se non delle righe e crepitii vari! Ma poi quelli che non riavvolgevano il nastro? 👋

      Elimina
    3. Visto che rievocate quel mondo dorato, non posso non partecipare ^_^
      Sono d'accordissimo con il discorso che facevi, Cass: le piattaforme buttano lì centinaia e centinaia di titoli indistinguibili, è un rapporto totalmente diverso con le videoteche storiche, dove i fin erano infinitamente di meno, le locandine erano molto più esplicative (si vedeva subito il filmone del momento) e soprattutto non esisteva informazione. O meglio, quella che c'era ti faceva desiderare quei due o tre titoli che cercavi e magari dovevi girare due o tre videoteche per beccarli. Oggi teoricamente puoi conoscere ogni film uscito in lingua italiana, ma sarebbe assurdo metterseli a cercare tutti in una piattaforma.
      Per fortuna condividevo con mia madre la passione per il cinema quindi arrivò presto in casa un secondo videoregistratore, quindi avevamo l'abitudine di duplicare i film dalla videoteca per vederceli con calma, anche se poteva capitare il seccante di incidente di restituire il film, andare a vedere la copia che ti eri fatto... e scoprire che per un errore non era venuto registrato l'audio!!! Per fortuna è successo una volta sola.
      Il mio primo videoregistratore del 1986 poteva riavvolgere il nastro di una cassetta in sole venti ore, quindi se noleggiavi una cassetta non "tornata indietro" era un dramma, perché magari te ne accorgevi a ora di cena, quando eravamo tutti pronti a mettere play... invece toccava aspettare che tornasse indietro il nastro, maledicendo il noleggiatore precedente :-D

      Elimina
    4. Eh eh, caro Lucius, ricordo anche io il dramma del riavvolgere il nastro, per questo motivo la prima cosa che si faceva quando arrivava la cassetta, era verificare che il nastro fosse stato riportato all'inizio. Per le informazioni sui film ci si basava su Ciak, Usa today e Super Classifica Show, ricordo ancora quando il buon Seimandi parlò di un certo film con due androidi che scappavano nel deserto dalle truppe imperiali. Poi si andava a naso, pescando tra gli scaffali, a volte si trovavano ciofeche, ma come dice Cassidy, si voleva loro bene... 👋

      Elimina
  5. Mi hai fatto pensare a Charlie Townsend delle Charlie's Angels!
    Non è che dobbiamo mandarti Sam Rockwell a stanarti? 😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto per stare in tema, torna sempre Drew Barrymore, sei gradi di Barrymore ;-) Cheers

      Elimina
  6. nel video, parli di alcuni blog che segui, non ho sentito bene quali sono. anche i due di "la conversazione" parlano di tre blog, il tuo i400calci e l'altro non l'ho sentito bene, puoi dirmeli, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'altro canale sul TuTubo che seguo é quello legato al blog Doppiaggi Italioti, con le videorecensioni di Evit e Petar. Il terzo blog è il Zinefilo. Entrambi li trovi citati ad ogni occasione utile nei post della Bara ;-) Cheers

      Elimina
  7. Scoop! Sarà un piacere per me ascoltare, dopo che leggerti è diventato uno spasso ;)

    RispondiElimina
  8. Ottimo!
    Lo guardero' alla prima occasione.
    Buona Domenica!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere il tuo parere e buona domenica ;-) Cheers

      Elimina
    2. Visto.
      Noo, si e' interrotto proprio sul piu' bello, Mannaggia!
      Come quando nei film l'assassino scopre il suo volto!
      Scherzi a parte, davvero ben fatto e molto divertente.
      Complimenti.
      Carina anche la musichetta di sottofondo.
      Mi vien da ridere perche', cliccando sul motore di ricerca, col termine "bara volante" ci si riferisce a un mezzo dalle misure di sicurezza scarsissima o inesistenti che mette a dura prova l'incolumita' di guidatore ed eventuali passeggeri.
      Con particolare riferimento al famoso aereo russo, e ad un tipo di moto.
      Scherzi a parte, sull'assoluta qualita' del tuo blog non discuto. E ritengo che sia sempre quella, che conta. Soprattutto quando si tratta di convincere i lettori a seguirti.
      Le persone sono ancora in grado di riconoscere un ottimo lavoro.
      Ma di questi tempi azzeccare il nome ha inevitabilmente la sua importanza.
      Dunque il nome completo e' Plissken?
      Ti giuro che lo scopro ora.
      Per il resto, mi trovate d'accordo su tutto.
      E' vero. I social e le varie piattaforme digitali sono senza dubbio piu' rapide e fruibili.
      E un blog puo' apparire una scelta anacronistica.
      Ma non e' detto.
      Per fare un articolo occorre cercare, comporre, interpretare.
      Sbattersi. E fare fatica. E parecchio, anche.
      Ma nel mio piccolo, ne so anch'io qualcosa.
      Alle volte occorre la fatica, per essere pienamente soddisfatti di se' stessi e il proprio operato.
      Come uno scrittore che ormai usa il PC, ovviamente. Ma che per la prima stesura non rinuncia mai a carta e penna.
      Va da se' che una parte ai social la si dedichera' lo stesso, perche' e' inevitabile che si va in quella direzione.
      Ma se uno che ha iniziato un blog decidesse di abbandonarlo o chiuderlo per dedicarsi esclusivamente a quelli, beh...alla lunga sono convinto che gli mancherebbe qualcosa.
      Concordo anche sul discorso delle vecchie videoteche (e dei Blockbuster, che per me furono una manna dal cielo. Tra i primi a tesserarsi, anche se all!'inizio c'è n'era uno in tutta Milano, e dovevo spararmi venti chilometri ogni volta! Si, ero fuori di testa).
      Come dicevo tempo fa, oggi e' sicuramente meglio. Hai piu' possibilita', anche dal punto di vista pecuniario.
      Uno puo' intrattenersi anche a poco prezzo, a seconda di quanto dispone.
      Ma, piu' o meno, i film sono accessibili a tutti.
      Ma niente eguagliera' l'energia di quegli anni.
      Si era spiantati, e con la grana si stava al limite della sopravvivenza. Anche raggranellare gli spiccioli per comprare o noleggiare qualcosa rasenta a l'impresa, certe volte. E andare al cinema era un evento.
      Quanto tempo avremo speso a immaginare un film, fantasticando sulle foto delle riviste di cinema, prima di riuscire a vederlo per davvero? Magari nei tanto sospirati passaggi televisivi.
      Che all'inizio un videoregistratore era roba per pochi.
      Eppure...proprio il tuo blog (e tanti altri) dimostrano che le passioni non sono mai inutili. E che alle volte decidono di ripagarti per tutta la dedizione che hai donato loro.

      Elimina
    3. Bisogna essere matti per salire su una Bara Volante, ma per fortuna sono in buona compagnia circondato da temerari ;-) Diciamo che Plissken è il “cognome” sul Faccialibro mi trovi così, ma di norma Cassidy basta, non formalizziamoci ;-) Cheers!

      Elimina
  9. Complimenti per l'intervista, e geniale l'idea della "mascherina": sono sicuro che anche Drew apprezzerà :-D
    Onoratissimo di essere stato citato: Etruschi e Sabini, una faccia una razza :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Citazione doverosa, Sabini ed Etruschi non potevano mancare, così come zia Drew ;-) Cheers

      Elimina
  10. Video interessante, tu al top anche con la maschera di Ghostface :p
    Sì anch'io forse immaginavo una voce diversa ma tant'è. Xd

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Funziona sembre così, per fortuna ho la fortuna di essere sempre la voce nella vostra testa quando leggete, quindi potete "doppiarmi" come volete ;-) Cheers

      Elimina
  11. Appena vista la tua intervista, è stato davvero bello vederti (anche se mascherato) e sentirti, grazie per l'elenco dei tuoi film imprescindibili e i racconti dell'imprinting con Leone (questa per me è una cosa molto familiare). Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara, a telecamere soebte siamo andati avanti un'altra mezz'ora buona, un esordio totale per me, però devo dire che mi sono divertito molto ;-) Cheers

      Elimina
  12. Che bello ascoltarti finalmente!!!!! ;) anche se la maschera alterava un po' la tua voce, ma sono davvero emozionata!!!! Non riesco a dire altro, un grande abbraccio Cassidy! cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio anche a te cara. Shine on you! Cheers

      Elimina
  13. Bell'intervista, complimenti (le voci, per qualche misterioso motivo, ce le immaginiamo sempre diverse da quelle che poi sono)! Però, non sapevo fossi tu il killer cinefilo di Scream... dannazione, alla fine stavo quasi per scoprire chi eri ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si sa, potrei essere uno degli assassini, oppure Drew Barrymore ;-) Cheers

      Elimina