domenica 1 dicembre 2019

Rock 'n' Blog: Top Gun

La musica e il cinema mi mandano da sempre giù di testa, quindi perché non celebrarli entrambi in una rubrica di musica e colonne sonore che serva a farvi alzare il volume ricordando un video musicale diretto dallo Scott giusto!


Titolo del pezzo: Danger Zone
Artista: Kenny Loggins
Tratta dal film: Top Gun (1986)

Aggiungo solo un estratto dal mio commento al film dedicato proprio a questo pezzo:

Due minuti del mitico tema musicale del film composto da Harold Faltermeyer, sfumano subito nell’altrettanto leggendaria “Danger Zone” di Kenny Loggins come se fossero una sola canzone, mentre Tony Scott inquadra decolli, partente, atterraggi, dettagli su ali e gomme degli F-14 il tutto con la fotografia di Jeffrey Kimball che rende ogni fotogramma un quadro.

Vi ricordo la rubrica dedicata a Tony, lo Scott giusto!

18 commenti:

  1. Ottima scelta l'aver evitato "Take My Breath Away", all'epoca si sentiva leggermente dappertutto, alla fine provo nausea solo a scriverne il titolo :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità! Abusata, mai nemmeno presa in considerazione per il Rock 'n' Blog su "Top Gun", questa è cento volte meglio, ma a dire la verità, tutti i pezzi della colonna sonora del film, mi piacciono più di quello più famoso. Cheers!

      Elimina
  2. Che tiro pazzesco!!! Potrei metterla come sveglia alla mattina, ma rischio di trovarmi il gatto attaccato al soffitto con le unghie 😂😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti potrebbero partire le coronarie a Mach 2, per la gioia del micio ;-) Cheers

      Elimina
  3. Chissà se si sentirà nel sequel.
    Danger Zone stupenda, ha un sound davvero gasante *___*

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubito che il pubblico giovane la conosca, più facile che metteranno l'altra famigerata. Ma per me non può esserci "Top Gun" senza Danger Zone ;-) Cheers!

      Elimina
  4. Resta impeccabile l'altra, però anche questa è di grandissimo livello ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio molto bene a questa, perché subito dopo il tema musicale di Harold Faltermeyer, la sentiamo partire nei primi minuti del film, l'imprinting conta ;-) Cheers

      Elimina
  5. Come dicevo in occasione della rece...
    Il trionfo del suono associato alle immagini.
    Come accadeva con molti film di quel periodo.
    Mi ricordo le cassette con le colonne sonore...
    Non a caso gli album con le soundtrack scalavano le classifiche.
    Questa (il binomio Faltermeyer + Danger Zone) la uso ancora adesso nelle mie sessioni di corsa.
    E...al turno in fabbrica la mattina presto. Specie quando arrivo prima delle cinque ad aprire il reparto, il Lunedi' mattina.
    Buio. Mezzi che vanno e vengono.
    Io col mio carrello elevatore a trasportare carichi e a preparare il lavoro.
    Mi sembra di essere uno dei meccanici che gesticolano sul ponte della portaerei.
    Se alzo lo sguardo vedo i Tomcat che si alzano in volo. Anche quando sto al chiuso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cinema può aiutarti nella vita reale? Risposta: Si. Proprio come la musica ;-) Cheers

      Elimina
    2. Quando si dice iniziare una giornata caricato a mille. Indipendentemente da come andra' a finire.
      Buona Domenica (anche se e' quasi finita)!!

      Elimina
    3. Anche a te capo, sono in tempo per augurarti buona serata ;-) Cheers

      Elimina
  6. Capolavoro anni 80, che te lo dico a fare? Anche se a tema musica anni 80 e aerei da combattimento, la mia preferita resta Iron Eagle, da Aquila d'Acciaio (che avrai sicuramente già trattato, qualche tua opinione del film la ricordo ma non sono certo si trattasse di un post apposito).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. “Aquila d’Acciaio” è la risposta dell’aviazione americana al successo di “Top Gun”, visto che dopo il film dello Scott giusto, volevano tutti arruolarsi in marina (storia vera). Resta uno dei miei titoli dell’infanzia del cuore insieme a “Firefox” con Clint, un post manca, ma un giorno potrei anche recuperare. Cheers!

      Elimina
  7. Grande canzone, grandissimo video, davvero galvanizzante come pochi. Ricordo ancora quando lo vidi la prima volta, era tipo l'estate del 1985, era come se qualcuno mi avesse aperto la testa e buttato dentro un candelotto di dinamite per quanto ti faceva "decollare". Tutto veramente al top, immagini, musica, fotografia e con una velocità e un'adrenalina che nemmeno dieci caffè ti provocavano!!
    Come scrive l'amico Redferne usata (ed abusata) nelle sessioni di allenamento più tosto.
    Fa da contraltare la bellissima Top Gun Anthem di Harold Faltermeyer & Steve Stevens, anche questa ti "carica" ma in modo diverso, più intimista, un sound bello elettrico ma più lento.
    Senza contare Playing with the boys sempre di Loggings, ma essendo giocatore di beach volley viene quasi naturale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa impazzire il modo in cui nel video Loggings sia calmissimo, con un pezzo così? Quasi impossibile. Si vede il tocco dello Scott giusto, perché è riuscito ad infilare gli occhiali da sole sul naso anche al cantante ;-) Cheers

      Elimina