domenica 20 ottobre 2019

Rock 'n' Blog: Dead Man

La musica e il cinema mi mandano da sempre giù di testa, quindi perché non celebrarli entrambi in una rubrica di musica e colonne sonore che serva a farvi alzare il volume per ascoltare al meglio le improvvisazioni alla chitarra di zio Neil Young.

Titolo del pezzo: Dead Man Theme (long version)
Artista: Neil Young
Tratta dal film: Dead Man (1995)

Aggiungo solo un estratto dalla recensione di Quinto Moro del film dedicato proprio a questo pezzo:


La colonna sonora spesso fa la metà del lavoro in un film, George Lucas docet. Ma questo è vero soprattutto nelle pellicole dove l’epica, il dramma e l’azione sono la colonna portante. Jim-uomobiancomicascemo-Jarmusch vuota un sacco pieno di vasetti di miele in mezzo alla boscaglia per attirare il grizzly del rock: Neil Young prende il suo chitarrone e dà zampate rauche improvvisando di scena in scena, tirando fuori una colonna sonora che dà carattere e atmosfere al film, con un tema principale che ritorna a più riprese. Ed è una storia vera che Neil abbia composto “alla come viene” i vari brani, in modo del tutto sperimentale. Il pezzo che apre e chiude il film resta uno dei miei preferiti.

Too old to rock ‘n’ roll, too Young to die.

8 commenti:

  1. Verissimo che la colonna sonora conta molto. Ho parlato recentemente del nuovo Men In Black e cavolo se la musica di Danny Elfman conta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La colonna sonora di Elfman di quel film, ti porta subito in zona fantascienza anni '50. Per me quando il film ha un elemento "fantasy", Danny Elfman è il miglior compositore che tu possa avere per il tuo film. Cheers

      Elimina
  2. Considerato che il film è piuttosto lento, senza quelle musiche sarebbe stato meno affascinante, meno onirico, meno tutto. Poi nella sua versione più ruvida Neil Young dà il meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d'accordo, in uno dei suoi ultimi dischi (anche se lo zio è attivissimo quasi uno l'anno) "A Letter Home" il mio Canadese preferito ha suonato una serie di cover, registrandole immediatamente del tipo "buona la prima" con chitarra e suonando dentro un vecchia cabina del telefono. Un effetto finale ruvido e fuori dal tempo, roba che Doctor Who, scansati ;-) Cheers

      Elimina
  3. Bellissimo pezzo, con quelle pennate stanche, cupe.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oscuro, western e apocalittico a tratti, un tema principale da urlo. Cheers!

      Elimina
  4. L'avevo ascoltata solo durante la visione del film, e mica me la ricordavo così melodica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché questa è la versione della colonna sonora, il disco uscito dopo, nel film hanno usato le improvvisazioni di Neil Young. Cheers!

      Elimina