sabato 10 marzo 2018

Rock 'n' Blog: Eddie Vedder - Room at the Top (Oscars 2018)

La musica e il cinema mi mandano da sempre giù di testa, quindi perché non celebrarli entrambi in una rubrica di musica e colonne sonore che serva a farvi alzare il volume ricordando tutti i grandi che abbiamo perso nell'ultimo anno.


Titolo del pezzo: Room at the Top
Artista: Eddie Vedder
Tratta da: La cerimonia degli Oscar 2018

Penso sia ormai nota la mia predilezione per i Pearl Jam, durante l’ultima cerimonia degli Oscar ho avuto una gradita sorpresa, intendo un’altra oltre alle ottime assegnazione (Guillermo su tutti), mi riferisco all’esibizione di Eddie Vedder.

Ok lo ammetto, sono schifosamente di parte quando si tratta del mio gruppo preferito, ma trovo significativo che ad ogni “uscita ufficiale”, sia sempre Eddie quello a cui viene chiesto di portare un minimo di autorialità, e perché no anche di emozione all’evento, quando hai una voce del genere, capisco anche il perché.

Il tradizionale momento «Ad Memoriam», che durante la notte dell’Accademy, viene dedicato ai personaggi scomparsi nell'anno che si è appena concluso ha visto proprio il nostro Eddie farsi carico di un omaggio ad alcuni dei (troppi) grandi che ci hanno salutato, tra i più celebri dolorosi: HarryDean Stanton, Jonathan Demme, Martin Landau, Roger Moore, Sam Shepard, GeorgeA. Romero e Jerry Lewis.

Il pezzo poi, oltre ad essere bellissimo, è doppiamente significativo, visto che si tratta di “Room at the Top” una canzone di Tom Petty dall'album “Echo” del 1999.

Tom Petty scomparso lo scorso 2 ottobre (altro giro, altra coltellata al cuore), era amico di Eddie Vedder, lasciatemi ricordare solo quella volta in cui, durante uno dei concerti più belli mai tenuti dai Pearl Jam, raccolto nel disco “Live at the Gorge 05/06”, Eddie prima ha invitato il pubblico ad intonare un coro per convincere Tom Petty, ospite del vicino albergo, a scendere a suonare qualcosa con il gruppo, dopodiché, per chiedergli idealmente scusa ha intonato la bellissima "I Won't Back Down", in una delle mie versioni preferite di sempre, la trovate qui sotto.

20 commenti:

  1. Bellissima canzone, non la conoscevo. Un bell'omaggio a tanti big del mondo del cinema (Romero <3)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scelta davvero azzeccata che rende omaggio anche a Tom Petty. Quando ho visto spuntare gli occhialoni di zio George ho capito che non ho ancora assimilato il colpo. Cheers

      Elimina
  2. Mamma mia, brividi! Non sapevo di questa canzone e di questa celebrazione... :O

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica male vero? Non potevo non averla qui sopra ;-) Cheers

      Elimina
  3. Io mi commuovo sempre quando fanno questo momento nella notte degli Oscar..starò diventando vecchio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro stanno iniziando a diventare tanti i nostri preferiti che abbiamo dovuto salutare, quello si. Cheers

      Elimina
  4. Noooo troppo bella la scena di chiamare Petty in albergo tramite migliaia di spettatori! Mi immagino la faccia di Tom :-D
    Nuovo eccezionale numero della rubrica musichiera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The Gorge è una specie di anfiteatro naturale che ospita molti concerti, quello dei PJ del 2005, ripetuto poi l'anno dopo è stato uno dei migliori del gruppo. Eddie Vedder ha convinto il pubblico ad intonare un "Hellooooo Tooooom, come down Tooooooom" tra una canzone e l'altra, poi per farsi perdonare ha intonato "I Won't Back Down" con delle ideali scuse, infatti all'inizio del pezzo si sente il pubblico che (sempre istigato da Vedder) in coro canta "We're sorry Tom" ;-) Ti ringrazio non potevo farmela sfuggire. Cheers!

      Elimina
  5. Che cosa dire se non che I Pearl Jam rules the world!

    RispondiElimina
  6. Molto toccante, Eddie non si discute, ben contento di averlo potuto vedere dal vivo con i suoi PJ.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, una sicurezza, per fortuna a Giugno si replica, andrai a vederli anche tu? Sono alla ricerca di un compare per il concerto di Padova ;-) Cheers!

      Elimina
    2. Non credo, ho abolito le trasferte per motivi economici:)

      Elimina
    3. Ti capisco, questa sarà la mia ultima per luuuuungo tempo ;-) Cheers

      Elimina
  7. Per la prima volta, mi sono commosso ad ascoltare Eddie Vedder

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una voce che ha quella forza lì, sono di parte e lo ammetto candidamente, ma più emozionanti di Vedder in giro se ne trovano pochini. Cheers

      Elimina
  8. Eddie è sempre il numero uno!!! Inutile dire che ha una voce unica e che ti lascia incantanto ogni volta che lo ascolti in live! Live at the gorge tra l'altro è sicuramente uno dei miei live preferiti, infatti quei poveri cd ormai mi staranno maledendo a forza di ascoltarli;p E quest'anno altro giro di Pearl Jam a Padova!:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento avrei potuto scriverlo io, sia per il livello di consunzione di “Live at the gorge” sia per Padova. Che posso dire, ci vediamo a Padova, bro-fist! ;-) Cheers!

      Elimina
    2. Vieni a Padova anche tu??? Grande!!! Ci si vede allora!;)

      Elimina
    3. Ottimo ci vediamo lì! ;-) Cheers

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...