domenica 21 luglio 2019

Rock 'n' Blog: Space Oddity

La musica e il cinema mi mandano da sempre giù di testa, quindi perché non celebrarli entrambi in una rubrica di musica e colonne sonore che serva a farvi alzare il volume ricordando che siamo arrivati sulla luna nel luglio di cinquant’anni fa.


Titolo del pezzo: Space Oddity
Artista: David Bowie

Aggiungo solo un estratto dal mio commento al film dedicato proprio a questo pezzo:

L’inizio è spettacolare, Besson utilizza i cinque minuti e qualcosa di quel capolavoro di “Space Oddity” di David Bowie per raccontarci come nel corso dei secoli la stazione spaziale internazionale si sia trasformata nella città di Alpha, un luogo ospitale per tutte le civiltà della galassia che poi, voglio dire, utilizzare proprio QUEL pezzo del Duca Bianco per un film ambientato nello spazio non è proprio la scelta più originale del mondo, ma credete davvero che io mi lamenterò mai se qualcuno utilizza una canzone di Bowie in un film?

Tipo una roba così, ma con il Duca Bianco in sottofondo, brutto?
Luc Besson ha scelto il pezzo di Bowie per aprire il suo film, con l’intenzione di farne un vero e proprio video clip della canzone, eccovi la scena completa.


Ma un’infinità di altre pellicole hanno utilizzato le note del pezzo del Duca Bianco, qualche titolo? “The Mother” (2003), “Planet 51” (2009), “Eva” (2011) e “Bird People” (2014).

Anche se uno dei migliori che ricordi è sicuramente I sogni segreti di Walter Mitty (2013) sotto con l’audiovisivo!


Visto che questo fine settimana è tutto a tema “lunare” vi ricordo l’iniziativa a blog condivisa a tema!

Stories: Uomini veri
Delicatamente Perfido: Moon
La Bara Volante: Capricorn One
La fabbrica dei sogni: Mission to Mars
Il Bollalmanacco di Cinema: Europa Report
The Obsidian Mirror: Preludio allo spazio
Non c'è paragone: Sunshine
Il Zinefilo: Stazione Luna
Director's Cult: Moon
SOLARIS: Contact
Non quel Marlowe - Il finto sbarco lunare
Fumetti Etruschi - Comunisti sulla Luna
Gli Archivi di Uruk - Primi sulla Luna!
30 anni di Aliens - La Luna nell'universo alieno
Il CitaScacchi - Scacchi verso la Luna
IPMP: Locandine italiane d'annata - Stazione Luna
Myniature - 5 euro per 50 anni sulla Luna

16 commenti:

  1. Capolavoro di canzone. Per me pure se la metti nelle pubblicità dei biscotti... funziona. E mi pare che qualcosa del genere l'abbiano fatta, no? XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere, però un po' le canzoni del Duca Bianco si sentivano ovunque usate spesso a caso, un po' come sta accadendo in questi giorni con i Queen, ma anche peggio. Questo pezzo è un capolavoro perché è scritta in modo cinematografico, ti racconta una storia suggerendoti le immagini, per quello è ancora così fresca ed efficace. Cheers!

      Elimina
  2. Una canzone stupenda, che è riuscita a rendere più godibile Valerian (quella è una scena bellissima), ed è qualcosa di spettacolare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una delle poche scene del film che ricordo, Bowie ne ha salvati tanti, perché non anche Besson? ;-) Cheers

      Elimina
  3. Non me la ricordavo proprio nel film Walter Mitty.
    Valeriana ancora mi manca... e sono un fan sia di Besson che della fantascienza. Accidenti a me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeriana ha un paio di ottimi momenti, tra cui la canzone di Bowie, ma non va proprio tutto tutto ecco. Cheers!

      Elimina
  4. Del capolavoro "Space Oddity" di Bowie apprezzo di più la prima versione. Più grezza ma anche più intima e sentita, senza nulla togliere alla versione "raffinata" con cui ho imparato ad amare questo cantante ed autore attraverso tutti i suoi album.

    Planet Earth is blue
    And there's nothing I can do...

    Pura poesia.



    Saluti malinconici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ma sono un po’ di parte quanto si tratta di Bowie, pensa che mi piace anche il “seguito ufficiale” di questo pezzo (Ashes to ashes) e il suo “seguito ufficioso” (Hallo spaceboy). Anche se questa canzone a livello di testo è speciale, ci sono una serie di frasi talmente azzeccate, che da sole dipingono tutte le emozioni del protagonista, che sono tantissime e vissute tutte insieme. Davvero poesia pura. Cheers!

      Elimina
  5. È e resterà una delle mie canzoni preferite e con cui il mondo si ferma appena parte. So di non essere all'altezza di David, ma non posso fare a meno di mettermi sempre a cantarla a squarciagola.

    Se Valerian continua a non ispirarmi, io ho scoperto -con colpevolissimo ritardo- questo pezzo grazie allo splendido C.R.A.Z.Y, visto in una sala vuota -solo io, storia vera-, per poi cercare il titolo su google attraverso le parole che ricordavo. Una scena da colpo al cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa davvero fa rallentare la rotazione terreste, non avrei saputo descriverlo meglio, andrai sicuramente meglio di me e della mia voce da orco delle favole, non ti dico quanta lingua devo mordermi per non rovinare questa meraviglia di canzone. "Valerian" resta così così, mentre "C.R.A.Z.Y" mi era piaciuto tanto, anche più di "Velvet Goldmine" altro titolo simile per tema e musiche, pensa che Bowie l'ho scoperto al cinema, con film come "L'uomo che cadde sulla terra" e "Labyrinth", mi dicevano: «Lo sai che quello è un cantante?» quando ho deciso di iniziare ad ascoltarlo, non ho mai più smesso ;-) Cheers

      Elimina
  6. Bellissima. La canzone, ovviamente, e la sequenza di Valerian.
    Con un incipit così ti gasi abbestia, e poi per forza che alla fine ne esci deluso, dopo aver visto gli altri N minuti...
    È un anticlimax totale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, dopo un inizio così diventa difficile tenere il passo. Cheers!

      Elimina
  7. Ma a proposito del Duca ❤❤❤... "L'uomo che cadde sulla terra" ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei miei film del cuore, ho amato molto anche il libro. Prima o poi arriverà sulla Bara di sicuro ;-) Cheers

      Elimina
    2. Vai, grande!! 👍 Da ignorante non sapevo fosse tratto da un libro 😅😅 Se lo trovo me lo compro!!

      Elimina
    3. Merita anche il romanzo, è uno di quei casi in cui il film è un buon adattamento, ma racconta alcuni passaggi in modo differente, quindi puoi leggerlo e godertelo anche se sai il film a memoria, oppure viceversa ;-) Cheers

      Elimina