domenica 5 giugno 2016

Fantacomics: Un salto (nell'iperspazio) indietro nel tempo


Purtroppo o per fortuna, appartengo ad una generazione che è riuscita a mancare in contemporanea sia gli anni ’60 che i ’70, purtroppo, perché mi sono perso una fraccata di roba fondamentale, per fortuna, perché sono arrivato in tempo per non perdermi la coda degli anni ’80 e gli psichedelici ’90.

Malgrado l’età anagrafica, sono sempre stato un tipo (strano) dai gusti molto vecchia scuola, in fatto di film, musica e ovviamente… Fumetti.

Questa propensione per la storia e le icone del passato (fondamentale per capire quelle del presente), mi ha sempre portato a fare ricerche, leggermi tutto quello che mi capita sotto il naso per rispondere ai morsi della voglia di conoscere, se dovessi decidere dov'è iniziato il mio amore per il fumetto, direi nella piccola, ma fornita sezione “Fumetti” della biblioteca del mio paesello, mia madre andava a prendere e riportare libri, io dietro con il naso nei fumetti, a scoprire tutti quei nomi fondamentali che per data di nascita mi ero perso: Asterix, Hugo Pratt, qualunque cosa di Bonvi, Flash Gordon e via ad abbeverarsi alla fonte del sapere.

Sto cercando di trattenermi e non mettermi a cantare un certo pezzo dei Queen.
Devo ringraziare Fabio Lastrucci per avermi sottoposto il suo “Fantacomics”, divertito e divertente saggio sui personaggi di fantascienza degli anni 60/70, una lettura veloce soprattutto grazie alla penna di Fabio, da cui trapelano le ore di ricerca passate ad informarsi su questi personaggi, ma soprattutto la sua visibile passione per l’argomento, leggere queste pagine mi ha ricordato quando spulciavo quei vecchi volumi della biblioteca, in ogni capitolo (ognuno caratterizzato da un titolo davvero spassoso, il mio preferito? “Il ragno che snobbava le spider”) un personaggio da scoprire (o da riscoprire). Difetti? Uno grosso: i fumetti originali non sono allegati, quindi quando avrete voglia di approfondire (e leggendo questo, avrete voglia di approfondire, garantito al limone!) dovrete mettervi alla caccia degli albi originali…

Lo sapevate che abbiamo avuto anche noi uno “Spiderman”? Un po’ Spock e un po’ Diabolik come lo descrive l’autore. Conoscete Barbarella solo per il film con Jane Fonda? Oppure volete sapere tutto, ma proprio tutto sui supereroi atomici? Bene in “Fantacomics” trovate questo e molto altro. Una raccolta di personaggi che hanno detto la loro nel mondo del fumetto di Fantascienza, ma che spesso sono rimasti un po’ troppo ai margini.

Ad esempio, ho scoperto che anche il quadratissimo Dick Tracy ha avuto il suo periodo fantascientifico, di cui non sapevo davvero nulla, inoltre ho potuto approfondire personaggi che conoscevo solo in parte come Garth o Steel Claw, oppure ho riscoperto cose che mi ero allegramente tritato da bambino come “Storie dello spazio profondo” e mi sono bagnato il becco in personaggi davvero iconici come Cerberus.


Dick Tracy, poliziotto dello spazio!
Insomma, “Fantacomics” è un ottimo saggio che si conclude con un bell’omaggio ad uno degli artisti del tavolo da disegno più incredibili di sempre: Vaughn Bodè che con una notevole intuizione Fabio paragona a Ziggy Stardust e se non conoscete questo straordinario artista, correte a recuperare!

Che poi è proprio ciò che riesce bene a“Fantacomics”: mettere in moto la vostra voglia di approfondimento, accendendo la miccia della vostra curiosità. D’altra parte: l’appetito vien leggendo, no?

Trovate il saggio QUI, e anche QUA... QUO non è potuto venire.

6 commenti:

  1. UAU, che splendida segnalazione, grandioso! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono divertito a leggerlo alcuni personaggi proprio non li conoscevo, non si smette mai di imparare ;-) Cheers!

      Elimina
  2. Preso quando è uscito, ti confermo che è veramente un opera di pregio. Bella carrellata di storia del fumetto. Complimenti per la segnalazione Cassidy, meritevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lettura veloce e divertente, ti ringrazio ;-) Cheers!

      Elimina
  3. Questo weekend proponi belle letture scientifiche!
    Mi recupero anche lo scorso post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ho fatto un fine settimana a tema fanta scientifico ;-) Cheers

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...