mercoledì 20 maggio 2015

Game of Thrones: Episodio 5x06 - Unbowed, Unbent, Unbroken


Nuova settimana, nuovo episodio di “Giocotrono”, se nella puntata precedente (trovate tutto QUI) abbiamo visto pochi personaggio, per il nuovo episodio “Unbowed, Unbent, Unbroken” (Untouchables , Umbrella, Unforgiven, Unstoppable) non ci siamo fatti mancare nulla, iniziamo subito che il Recap è lungo e la gente mormora!

La mia Stark preferita Arya, è ancora alle prese con il suo nuovo lavoro di stagista tombarola, con il suo solito caratterino tutto pepe, la ragazza dichiara di averne fin sopra i capelli di dover ripulire cadaveri tutto il giorno. La piccola di casa Stark è visibilmente sfatta, tanto che ormai ha i capelli come la signorina dello Svelto.

Quando hai finito di spazzare il pavimenti, ci sono anche i piatti da lavare Signorina dello Svelto.
L’altra stagista Millevoltiana la rimette in riga, raccontandole la storia del motivo per cui è arrivata a Braavos. Arya si lascia intenerire scoprendo di avere avuto un passato molto simile a quello della sua arcigna collega. Con lo sguardo languido le chiede: “Ma davvero hai fatto tutte queste cose?” e come risposta si becca un bel “PRRRRRR! Ci hai creduto faccia di velluto!”.

Ma nemmeno lo spernacchiamento ferma Arya, la nostra si dimostra ribelle anche di fronte al capo dei “Faceless”, ovvero Povia, che si presenta a lei facendole la fatidica domanda: “Who are you?”. Arya coglie la palla al balzo e prontamente risponde “I really wanna know, Who are you? Who, who, who, who?” non fa in tempo a mimare il Windmill di Zio Pete Townshend (che per altro ha appena festeggiato 70 anni… Auguri Zio Pete!) che Povia la punisce prendendola a bacchettate sulle mani, non si cantano gli Who nel tempio dei “Faceless” il massimo che viene concesso è fischiettare “Quando i bambini fanno ooh”.


Al sosia di Povia non piacciono gli Who.... Tutta una scusa per fare gli auguri a Zio Pete!
Arya dovrà superare un prova ancora più tosta, mentre è impegnatissima nelle sue fondamentali attività (spazzare il pavimento del tempio, mormorando “Metti la cera, togli la cera”), un padre disperato si presenta con la sua figlia sofferente. Arya dimostra pietà e con un sorso di acqua, aiuta a porre fine alle sofferenze della giovane. Questa è una grande lezione per tutti: se andate in vacanza a Braavos (Graazies!) portatevi le scorte di acqua da casa.

Povia supervisiona tutta la scena ed è molto impressionato dalla risolutezza di Arya, quindi decide di premiarla permettendole di accedere alla “Stanza dei Mille Volti”, un enorme stanzone (in CG) dove sono archiviati i volti di centinaia di migliaia di persone. La giovane Stark è visibilmente impressionata, ma Povia freddissimo non sembra scosso, la guarda e le dice: “Questo è niente, aspetta di vedere la Stanza dei Mille Malleoli”.

Non vedevo tutte quelle facce di ricambio dai tempi del Big Jim Spia degli anni’ 80, quello con la valigetta con le facce di ricambio. Arya ora ha un sacco di volti tra cui poter scegliere, fossi in lei opterei per una faccia con delle sopracciglia meno invasive…


Arya in uno dei suoi tanti travestimenti...
Intanto a Sud, la coppia ormai soprannominata “L’Articolo il” per via della disparità di altezza, composta da Ser “Sfiga” Jorah e Tyrion “Riccioli Sciatusc” Lannister se la conta del più e del meno. Il Folletto per alleggerire la situazione racconta di quella volta che ha conosciuto l’anziano padre di Jorah, per poi concludere “…Era un bontempone, mi è dispiaciuto quando è morto”. Jorah si chiude in un cupo mutismo.

Nel tentativo di recuperare Tyrion si gioca la carta donne: “Mi han detto che quella Targaryen lì, è una calda, una tutta Nudge, nudge, wink wink… Say no more”. Jorah capo squadra dei Servi della gleba, sprofonda ancora di più del suo cupismo intimista, iniziando a delirare sulla sua amata, blaterando di cose senza senso tipo il canto di un cucciolo di Drago e altri discorsi da fattone Hippy in botta di LSD.

Tutto questo chiacchierare, però, li distrae da un gruppo di incazzati schiavisti che li mette KO, li lega e minaccia di venderli al miglior offerente. Anzi, fanno anche di peggio: minacciano di tagliare a Tyrion la cosa più preziosa che ha. ”La lingua?” chiede il piccolo Lannister. “No” risponde lo Schiavista. La leggenda narra che abbiano sentito urlare il Folletto fino alla Barriera.

"Oh Oh fermi! E' una parte importante quella, ho tanti bei ricordi legati a quella porzione del mio corpicino!".
Rischiando di fare la fine di un Greyjoy qualunque, Tyrion si appella ancora una volta alla sua favella. Inizia a cavillare su una questione che Frank Zappa avrebbe definito le “Penis Dimension” con lo Schiavista, ricordandogli la famosa regola della “L” (questo spiega anche perché insieme a Jorah sono soprannominato “l’Articolo il”, lui copre il ruolo della “L”). Con questa mossa guadagna tempo, ora però c’è da salvare Jorah. Il Folletto ha pochi minuti per trovare una buona qualità nel suo compagno di sventure, qualcosa da poter usare per renderlo interessante agli occhi degli schiavisti… Tyrion ci pensa…
Ci pensa… Ci pensa… Ci pensa… Ok ci sono! Ehm, no… Ci pensa… Ci pensa… Poi si inventa una balla sul fatto che è un grande guerriero, ma non ci crede nemmeno lui. Boh, insomma, nemmeno sta volta ci liberiamo di Ser “Sfiga” Jorah.


"Beh, quanto respira produce anidride carbonica, utile alle piante per la fotosintesi clorofilliana".
Fa il suo grande ritorno ad Approdo del Re il Sindaco Carcetti di “The Wire” interpretato da Ditocorto. Le cose sono molto cambiate durante la sua assenza, ora i passeri dominano nemmeno fossimo in un film di Alfred Hitchcock. Il nostro “simpatico” Ditocorto ribadisce la sua fedeltà alla Regina Madre Cersei Trentasei, in circa mezzo secondo le organizza un piano di battaglia degno del Generale Cadorna. Tira fuori la mappa di Risiko, mostra i carri armati di Stannis Baratheon in marcia verso Grande Inverno, aggiorna la regina sull'imminente matrimonio tra Sansa Stark e Gordon Ramsay Bolton e le suggerisce di portare il suo esercito nella capitale del Nord, in modo da essere già sul posto, dopo che la battaglia si sarà consumata. Strategia militare, gossip e preparativi per il matrimonio, parlare con Ditocorto è come fare zapping tra DMAX e Real Time.

Finalmente dopo soli sei episodi, ci fanno vedere qualcosina della tanto annunciata Dorne, un posto bellissimo e come dicono in tutti nei Sette Regni, vedi Dorne e poi muori. Specialmente se per errore ti imbatti in qualcuno dei parenti di Oberyn Martell, gente tranquilla che prima ti ammazza e poi ti fa le domande…

La figlia di Cersei Trentasei, Myrcella, dimostra di aver ben più di un cromosoma in comune con la bionda mamma, infatti tempo dieci secondi sta già limonando duro con uno dei 150 figli di Oberyn, ovvero Trystanne Martell. Ma l’allegro slinguazzare dei due ragazzi viene interrotto dalla squadra speciale di salvataggio composta da Jamie got a gun e Bronn, che nel tentativo di passare inosservati a Dorne, si sono travestiti da Minion.


"Ba ba ba ba banana!".
Jamie got a gun cerca di fare impressione sulla ragazza giocandosi la citazione dal film Terminator, “Vieni con me se vuoi vivere” le dice. Bronn invece, che è un tipo decisamente più pragmatico, piazza una papagna clamorosa in faccia al giovane Martell mandandolo a dormire. Bravo Bronn, tu sì che sai come gestire i delicati rapporti internazionali, hai un futuro come ambasciatore dell’ONU.

Proprio in quel momento, irrompe sulla scena quell'esagitata di Obara Sand, una delle 150 figlie (illegittime) di Oberyn, solo l’intervento della guardia armata interrompe gli scontri. 22 feriti e 12 arresti. 47 secondo la questura che come sempre dà i numeri.

Intanto, quella vecchia ciabatta di Oleanna Tyrell cerca di rabbonire Cersei Trentasei, ricordandole che i Lannister sono debitori di un bel po’di soldoni, ma la bionda Regina Madre si barrica dietro lo strapotere dei Passeri che pretendono un processo per Ser Loras Tyrell il diversamente fiorito.

A presiedere la giuria, sua eminenza il Giudice Santi Licheri Jonathan Pryce, certo che è una bella sofferenza vederlo interpretare la parte dell’inquisitore, lui che è stato uno dei più romantici ribelli di sempre… Sto ancora pensando a “Brazil”, lo so, sono nostalgico, che volete farci…


"Sua Maestà, dove si trovata nel 1985 mentre io lavoravo con Terry Gilliam?".
In ogni caso, con un colpo da Principe del Forum, Johnny Pryce riesce ad estorcere un confessione di non colpevolezza sotto giuramento sia a Loras che a Marga… Margea…. Margae… Marg…. Alla regina!
Salvo poi chiamare al banco degli imputati il testimone a sorpresa, il teste chiave in questo grosso scandalo sessuale che sta minando la credibilità dei potenti… Ruby Rubacuori! Interpretata per l’occasione dal biondo Toy Boy di Loras. In cambio di fama, comparsate in discoteca e un'intervista ben pagata su Panorama (nota rivista scandalistica di Approdo del Re), il ragazzo confessa tutto, anche la forma della voglia sulla coscia di Loras, pare che abbia la forma della Sardegna. Sugli spalti viene sventolata una bandiera con i quattro mori che non manca mai.

Loras e Maggy… Marghe…. Maega…. La Regina! Vengono portati via dai Passeri, sotto gli occhi disperati dell’Ingegner Tommen, dalla presenza carismatica e lo sguardo sempre sveglio, essendo un Ingegnere hanno dovuto spiegarli con l’ausilio di filmati e grafici a torta che non potrà sollazzarsi con la bella regina per un bel po’. Non abbiamo riscontro se Tommen abbia recepito o meno il messaggio. Chi se la ride come lo Stregatto è sicuramente Cersei Trentasei che ha piazzato la prima stoccata nell’eterna battaglia per il controllo di Tommen. Suocere 1 - Nuore 0, oggi è una giornata davvero triste per tutte le giovani coppie…


L'Ingegner Tommer, tanto per cambiare, non capisce cosa sta succedendo...
Il meglio (o forse dovrei dire il peggio…) per la fine:
Sansa fa la conoscenza dell’amichetta di Gordon Ramsay Bolton, quella toccata di Myranda dà l’assist alla spilungona figlia di Ned Stark di dimostrare per la prima volta in cinque stagioni che quando vuole sa anche mordere. Effetti della sua lunga vacanza studio ad Approdo del Re, uno chiede di fare l’Erasmus in Spagna e guarda dove lo spediscono.

Reek, ripulito e pettinato, viene chiamato ad interpretare la parte di Theon Greyjoy, in quanto ultimo parente in vita di Sansa, ha il compito di portarla all’altare legittimando il matrimonio. La sposa indossa un bellissimo abito di ermellino e la location scelta per celebrare le notte è adorabile in questo periodo dell’anno poiché…. Dannazione Ditocorto! Smettila di mettere Real Time! Facci vedere come finisce la puntata!


La visibile e incontenibile felicità della giovane sposa che va verso l'altare.
Dopo il matrimonio si sa, il passo successivo è la prima notte di nozze, purtroppo per Sansa non tutti sono dei signori come Tyrion Lannister. Quel simpatico Bastardo di Gordon Ramsay Bolton pretende di consumare il matrimonio nel modo peggiore possibile immaginabile, costringendo il “povero” Reek ad assistere alla scena. L’episodio si conclude tra le urla di Sansa, le lacrime di Reek e quella degli appassionati dei romanzi di Giorgio Riccardo Ruggero Roberto Guglielmo Fabio Arturo Martino.


"Ma non era così nel libro...".
Tra gli Zombie appestati visti nel finale della scorsa puntata e l’ultima scena, ormai nemmeno i romanzi originali fungono più da rete di sicurezza per chi segue questa serie. Gli autori si stanno allontanando sempre più dal sentiero originale, per altro spingendo a tavoletta sul fantasy e sulla cattiveria della storia, con buona pace di tutti i puristi del romanzo. Se il Fans Club dell’ex Bastardo (di nome non di fatto) dei Bolton poteva contare pochi membri, sicuramente dopo questo episodio sono state stracciate anche le ultime tessere. Noi, invece, ci leggiamo la settimana prossima con una nuova puntata di “Giocotrono”.

6 commenti:

  1. AUGURI PETE!!

    E poi credo questo possa interessare https://www.facebook.com/events/786214151476085/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potevo non trovare il modo di fare gli auguri ad una delle più grosse personalità della storia del Rock, solo il suo naso é più grosso del suo talento ;-) Grazie per il link mi aggrego subito alla schiera, sta ragazza é una calamita per le sfighe ;-) Cheers!

      Elimina
  2. La faccenda di Sansa mi ha scossa. Ci ho messo dieci minuti buoni a realizzare che alla fin fine Sansa è di carta e non dovevo restarci male per davvero. Sì, ma Dorne? Aspettiamo le Dorniane da cinque episodi, aspettiamo di vedere questo famoso "fight and fuck" e quelle mi lottano come faccio io in fila alle poste?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, è un finale che ti lascia un senso di malessere addosso, poi io non mi faccio turbare da molte cose nel campo delle finzione scenica, ma le scene di violenza sessuale mi disturbano.... Per cercare di alleggerire, posso dire che sono sicuro che i tuoi gomiti allenati dalla poste, manderebbero per le terre queste Dorniane farlocche. Dai ma vogliamo parlare dell'omone nero che arriva, le zittisce minacciandole "Moh il pallone... Velo lo buco!" inguardabile. Grazie per il commento! Cheers ;-)

      Elimina
  3. Ma perchè guardo ancora GiocoTrono quando posso leggere i tuoi recap che sono esaustivi e soprattutto mi fanno morire dalle risate? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio moltissimo ;-) Mi trovi qui tutte le settimane passa pure quando vuoi... Muchas Gracias! ;-) Cheers!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...