sabato 21 marzo 2015

NBA: Chicago Bulls-Toronto Raptors (108-92)


Terza e quarta miglior squadra NBA ad Est si scontrano, purtroppo questa partita va segnata con un piccolo asterisco vicino al risultato finale, si perché da una parte mancava Kyle Lowry mentre dall’altra è ancora assente D.Rose.


I Canadesi iniziano bene, la difesa dei Bulls fa fatica a contenere DeRozan, ma alla fine del primo quarto, Coach Thibodeau, si gioca i panchinari giusti, Gibson (di rientro dopo l’infortunio) e Mirotic. Gibson fa subito un paio di schiacciate per la gioia del pubblico della città del vento, mentre il barbuto numero 44 inizia a macinare punti.

A metà partita i punti dello spagnolo di origine montenegrina saranno già 15, con la squadra di casa in vantaggio (60-48). L’attacco dei Bulls è spettacolare se vi piacciono i lunghi che sanno trattare il pallone, Gasol e Noah sono illegali da questo punto di vista. Il figlio del Tennista flirta con la tripla doppia, andando a referto con addirittura 14 assist. Come ha celebrato la prova del suo giocatore Coach Thibodeau? Mettendolo in panchina, bisogna pensare ai playoffs non a ‘ste menate di statistiche…
La risposta Europea al 'Barba' James Harden (più o meno)

Nell'ultimo quarto Toronto, ci prova Patterson a metterci il fisico, ma il solito Mirotic e Dunleavy che conclude con una gran tiro da tre punti, chiudono un match sempre guidato dai Bulls.


Campo anche per il culto Tyler Hansbrough, detto Psycho-T, forse il giocatore più odiato della NBA, duro come un chiodo da bara, un fallo (duro) sempre pronto ad avvenire, poi chiedetevi perché nessuno vuole giocare contro di lui!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...